Il taping in Gravidanza, scopri perchè lo dovresti fare

Il taping in Gravidanza, scopri perchè lo dovresti fare

Innanzitutto il nastro kinesio tape è un nastro terapeutico caratterizzato da un’elasticità simile a quella della nostra pelle che viene adoperato per il trattamento, il recupero e la prevenzione di lesioni di tipo muscolare. L’adesivo ha anche il compito di sostenere la pelle e favorire una migliore circolazione del sangue. La sua applicazione più famosa riguarda gli atleti sportivi ma ai giorni nostri ha una rilevanza universale, includendo anche gli anziani, le lesioni domestiche normali e le donne in stato di gravidanza. Esse, oltre ad avere un’azione benefica riguardo alle lesioni, aiutano anche il sistema neuromuscolare in una migliore postura e distribuzione dei carichi corporei. Se vuoi approfondite puoi leggere il nostro articolo sul Kinesio tape.

Cosa serve il Kinesio tepe in gravidanza?

Per quanto attiene allo stato di gravidanza, il nastro kinesiologico rappresenta un’opportunità di trattamento sicura ed efficace; i dolori muscolo-scheletrici sono molto comuni in gravidanza, specialmente nella zona lombare, pelvica e del legamento nella zona inguinale.

Il taping concretamente aiuta ad alleviare i dolori tipici della gravidanza come mal di schiena, gonfiore, sciatica, tunnel carpale ed altri annessi e connessi; l’assenza di controindicazioni rilevanti lo rende uno dei migliori rimedi per le future mamme in cerca di sollievo fisico dai disturbi tipici della gravidanza.

Mediante l’apposizione di alcune strisce in posizione strategica come sulla zona lombare o sull’addome si attenuano i dolori posturali dovuti alla presenza del pancione, contribuendo concretamente alla migliore distribuzione del peso ed alla riduzione dell’affaticamento.

I nastri per il taping risultano abbastanza economici ed un rotolo garantisce più mesi di applicazioni.

I dolori della gravidanza possono rendere difficile il sonno ed il taping contrinbuisce positivamente alla riduzione di questi potendo essere indossato anche durante le ore notturne per un riposo migliore. A differenza delle comuni cinture sostenitive questo sistema risulta molto più discreto e meno invadente, consentendo un range di movimento più ampio ad un costo inferiore. É possibile inoltre scegliere in base alle singole esigenze e necessità tra una buona varietà di colori e dimensioni diverse.

Tecniche di applicazione del kinesio taping

Nelle fasi iniziali l’uso del nastro kinesio può risultare difficile da posizionare, per questo è consigliato chiedere al proprio fisioterapista di farvi mostrare come applicare ed utilizzare il nastro prima di provare da soli. In alcune delle tecniche potrebbe essere necessario tagliare le strisce a metà, quest’operazione è molto complessa e soggetta ad errori, ma consente un’azione più efficace per il corpo della persona in gravidanza. É necessario assicursi preventivamente che la pelle sia ben asciutta e pulita prima dell’applicazione in modo che essa possa durare il più possibile. Per la rimozione è consigliato usare un olio emoliente per facilitare il distaccamento della parte adesiva dal corpo.

La Tecnica della cintura addominale

Questa tecnica è mirata a sostenere la parte inferiore della pancia, specialmente in presenza di un dolore inguinale ed in prossimità del legamento rotondo, causato dal carico eccessivo sul pavimento pelvico. La prima striscia di nastro deve essere posizionata nella parte centrale del basso ventre. Successivamente altre due linee di nastro saranno posizionate dal basso verso l’alto sui lati della pancia prevedendo un minimo di tiraggio, fissando saldamente le estremità. Se è necessario è bene applicare più strisce per un’azione ancora maggiore.

La tecnica dell’imbracatura anteriore

Questa è una tecnica a adatta per le donne che avvertono dolori addominali a causa del carico. In questo caso bisognerà attaccare le strisce dal basso verso l’alto con adeguato tiraggio fino al sotto seno.

La tecnica della cintura per neonati

Per le donne che hanno una pancia sporgente verso l’esterno si applicheranno due nastri ad ‘X’ con centro all’ombelico e lati in prossimità dei fianchi così che sostengano saldamente la pancia.

La tecnica del supporto massimo

Questa tecnica è per le mamme che hanno dolori lombari ed addominali; per questo taping servono 4 strisce, una che va in diagonale dall’anca all’ombelico fino alla parte opposta del torace, la seconda applicata in modo speculare, la terza e la quarta in trazione sui lati dell’ombelico dal basso verso l’alto.

La tecnica per il supporto di schiena e ventre

Questa tecnica prevede l’uso di due striscie, una nella parte bassa della schiena e l’altra verticalmente nella parte anteriore a sostegno dell’addome. Attraverso questa tecnica si ha un sollievo immediato con risoluzione dei problemi di carico eccessivo.

Tecnica a supporto della parte anteriore della pancia

Questa soluzione è mirata ad alleviare i dolori nella regione addominale sia nella parte superiore anteriore che in quella inferiore. Una prima striscia sarà posizionata dalla zona pubica verso l’alto fino all’altezza diaframma; la seconda andrà sistemata nella parte inferiore della pancia.

La tecnica di supporto del diaframma

Quando la pancia diventa molto grande il diaframma può essere compresso. Questa correzione prevede l’uso di una striscia che in questo caso dovrà tirare dall’alto verso il basso, per alleviare la pressione.